Italia2020: relazione della coordinatrice del circolo PD online Libertà è Partecipazione

di Cristina Favati

Sono andata a Milano all’Assemblea nazionale dei Segretari di Circolo che si è tenuto il 30 Giugno e il 1 Luglio al Teatro Linear Ciak, con grande emozione. Era la prima volta che il PD nazionale decideva di ascoltarci, di ascoltare chi è portavoce della sua base.

In realtà l’Assemblea è poi stata aperta a tutti coloro che, provenendo dai circoli, avevano qualcosa su cui intervenire e si erano iscritti ai cinque tavoli di lavoro: Casa PD; Social media party; Amministrare oggi; Giovani, democratici e protagonisti; Dalle parole ai fatti.

Dopo gli interventi di Martina, Sala e Berruti che trovate sul nostro gruppo Fb e sul sito del partito democratico, i rappresentanti dei circoli si sono ritrovati ai diversi tavoli, per i quali era stata prevista una preiscrizione telematica. Il lavoro è durato circa due ore, intense e molto partecipate dai numerosi iscritti ai cinque tavoli.

Il nostro circolo si era iscritto, nella persona della coordinatrice, al tavolo del Social media party: il nuovo PD tra rete digitale e social network.

Dopo gli interventi di alcuni esponenti della comunicazione (Andrea Romano, Alessandra Serra, Alessio De Giorgi) che ci hanno raccontato come si è svolta la comunicazione del partito in questi mesi, si è aperto il dibattito con i partecipanti al tavolo.

Ho avuto modo di parlare del nostro circolo, del ruolo che crediamo dover vedere riconosciuto in modo pieno dopo 7 anni di attività svolta praticamente senza riscontri da parte del partito.

Alessio De Giorgi, curatore delle app. e della comunicazione del partito democratico, ha manifestato vivo interesse per quanto stavo dicendo e a lui ho consegnato l’intera cartellina che avevo preparato, contenente le nostre buone pratiche, il documento ultimo sul ruolo dei circoli online, i due documenti sulle priorità per il futuro governo. Tali documenti erano stati inviati all’organizzazione PD anche via mail insieme all’iscrizione al tavolo di lavoro.

Ho appreso che da settembre il partito si attiverà per valorizzare la rete in modo capillare e dunque anche i circoli online avranno lo spazio che loro compete nel partito. Sarà possibile tesserare gli iscritti, con modalità che il partito dovrà decidere nei prossimi mesi.

Ho accennato al fatto che gli iscritti al sito del nostro circolo sono più del triplo del numero degli iscritti di qualsiasi circolo territoriale e il nostro gruppo Fb ha più di 4200 iscritti. Noi sulla rete siamo già e da molto tempo, abbiamo competenze molto articolate e una ricchezza di discussioni e documenti che nessun circolo territoriale si sogna di avere. Mi è sembrato che i dirigenti con cui ho parlato ne abbiano preso finalmente coscienza.

Da settembre il progetto dell’organizzazione PD è di far sì che ogni circolo territoriale abbia un suo sito web, sul quale condividere col partito notizie, eventi, e tutto quello che concerne la vita dei singoli circoli. Il partito sarà perciò in grado di conoscere in tempo reale ciò che ogni circolo svolge sul territorio e poter verificare quali circoli sono attivi, quali esistono solo di nome.

Ho potuto incontrare, su interessamento di Alessia Rotta che ci ricorda sempre con grande simpatia, il nuovo responsabile dell’organizzazione PD, Andrea Rossi. L’ho messo al corrente della nostra

1

esistenza e di ciò che significa un circolo come il nostro per un partito del terzo millennio. Mi è sembrato interessato ed in ogni caso ho i suoi riferimenti per poterlo in seguito contattare.

Credo che i nostri interventi (presente anche Milena Miranda dei DemOnLine, con cui abbiamo fatto squadra per centrare l’obiettivo), abbiano portato a conoscenza del partito le nostre peculiarità e che oggi si possa dire che la risorsa dei circoli online verrà con certezza presa in considerazione dal PD.

Al tavolo si è anche discusso sul modo di stare in rete: la comunicazione deve saper argomentare e far conoscere quello che il partito fa, senza mai scendere su toni e metodi grillini. Il modo che noi da sempre utilizziamo sul nostro gruppo Fb: informazione continua, ma mai aggressiva.

Le due giornate, intense e anche decisamente motivanti, credo porteranno a risultati concreti per noi e dunque si sono concluse positivamente.

Continuiamo a lavorare, amiche ed amici, con più impegno di prima. Il partito ha bisogno anche di noi. E noi ci saremo. In prima linea.

 

 

2